Women in Science

Torna in Sardegna per il quinto anno consecutivo e in una veste inedita l’International Day of Women and Girls in Science, la Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza, festeggiata in contemporanea in tutto il mondo il giorno 11 febbraio. L’iniziativa è promossa dall’Assemblea delle nazioni unite per promuovere l’uguaglianza di genere nella società e nella scienza.

A Cagliari, l’evento è organizzato dal Dipartimento di Fisica dell’Università di Cagliari e la Sezione di Cagliari dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), in collaborazione con l‘Osservatorio Astronomico di Cagliari, l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), l’Istituto Officina dei Materiali (IOM) del CNR  e l’associazione Laboratorio Scienza.

Per la prima volta l’evento si svolgerà interamente in modalità online e sarà rivolta a ragazze e ragazzi, mantenendo una prevalenza femminile, con il 60% delle iscrizioni riservate alle studentesse. Ragazze e ragazzi lavoreranno in piccoli gruppi, seguiti da ricercatrici che proporranno loro attività sperimentali a distanza in diversi ambiti: dall’astrofisica alla fisica delle particelle, dalla fisica della materia alla fisica computazionale.

L’evento verrà suddiviso in più appuntamenti: PRE-Masterclass dal 25 gennaio al 1 febbraio, in cui i gruppi conosceranno i team di ricerca a cui sono stati assegnati e avranno accesso al materiale utile per prepararsi alla successiva attività sperimentale. La MASTERCLASS ONLINE dal 1 al 4 febbraio, in cui ogni team di ricerca guiderà la propria classe in un’attività in diretta streaming. L’EVENTO FINALE del 11 febbraio che prevede l‘intervento di diversi ospiti, ma in cui  saranno loro i veri protagonisti, con le presentazioni e la condivisione delle attività sperimentali realizzate. 

L’attività è parte integrante del Piano Lauree Scientifiche (PLS) e potrà essere interamente rendicontata come PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento) per un totale di 20 ore riconosciute. Ogni docente referente potrà iscrivere  3 studentesse e 2 studenti, frequentanti l’ultimo biennio per ogni istituto scolastico, compilando l’apposito modulo di iscrizione entro e non oltre l’11 gennaio 2021.

Studentesse delle quarta edizione coinvolte nelle attività della Masterclass

Al via i lavori della quinta edizione

La risposta delle scuole alle richiesta di adesione è stata superiore ad ogni aspettativa, con oltre 100 iscritti tra ragazze e ragazzi provenienti da 24 istituti superiori di tutta la Sardegna

Ragazze e ragazzi lavoreranno in piccoli gruppi, seguiti da una  squadra di 18 ricercatrici e ricercatori che, suddivisi in sette team di ricerca proporranno attività sperimentali a distanza in diversi ambiti: 

  • Team 1: Stima della massa del buco nero al centro della Via Lattea con Silvia Casu, Sabrina Milia e Arianna Manca
  • Team 2: Atomi come Lego con Claudia Caddeo e Alessandra Satta
  • Team 3: Vedere la materia oscura con DEAP-3600 con Michela Lai e Lorenzo Mirasola
  • Team 4: ALICE e le strane particelle con Ester Casula, Alice Mulliri
  • Team 5: Studio delle proprietà di materia e antimateria con LHCb con  Francesca Dordei, Giulia Manca, Michela Garau
  • Team 6: Caccia al colpevole con Stefania Porcu, Jessica Satta, Chiara Olla, Francesca Pisu
  • Team 7: I capricci dell’acqua con Daniela Marongiu e Angelica Simbula

I lavori inizieranno in modalità asincrona il 25 gennaio con la PRE-Masterclass, durante la quale  i gruppi conosceranno i team di ricerca a cui sono stati assegnati e avranno accesso al materiale utile per prepararsi alla successiva attività sperimentale. 

A partire dal 1 febbraio e fino al 4 febbraio si terranno le masterclass scientifiche, con gli incontri online tra i gruppi di lavoro e i team di ricerca. Ragazze e ragazzi lavoreranno in gruppo per effettuare delle misure, risolvere degli enigmi scientifici o simulare un reale fenomeno fisico. Al termine dell’attività studentesse e studenti saranno coinvolti in un gioco di discussione su stereotipi e pregiudizi.

Evento finale: 11 Febbraio

L’11 febbraio tutte le studentesse e gli studenti partecipanti saranno coinvolti nell’evento finale, che prevede un ricco programma con l’intervento di numerosi ospiti, moderati da Viviana Fanti e Alessia Zurru (Unica e INFN Cagliari), organizzatrici dell’evento, con la regia di Matteo Tuveri (INFN Cagliari).

Anna Grassellino, del FermiLab di Chicago
  • Alle 15 aprirà i lavori il Magnifico Rettore Maria del Zompo, per portare i saluti dell’Università di Cagliari che ha offerto il proprio patrocinio all’evento, inserito anche tra le celebrazioni dei 400 anni di Unica .  A seguire daranno il loro benvenuto Alberto Masoni , Direttore INFN Cagliari e Susi Ronchi Presidente Corecom Sardegna e fondatrice Giulia giornaliste Sardegna. 
  • La parola passerà quindi alle studentesse, scelte come portavoce di ogni team, che presenteranno il lavoro realizzato durante le masterclass scientifiche.
  • Alle 16.00 è previsto l’intervento di Anna Grassellino, Direttrice del Quantum Materials and Systems Center del Fermilab di Chicago e Donna dell’anno 2020 per D di Repubblica
  • Alle 17.00 sarà il turno di Marianna Fontana, ricercatrice sarda al CERN di Ginevra 

Ragazze e ragazzi si confronteranno, infine, sul tema del contrasto agli stereotipi e sulla scienza inclusiva. Partecipa al dibattito Paola Carboni, del Progetto SUPERA (Supporting the promotion of equality in research and academia)

  • Alle 17.35 è previsto l’intervento “Impariamo ad osare” di Patrizia Colella, fisica, dirigente scolastica, ed esperta delle tematiche di genere dell’Associazione culturale “Donne e Scienza”.

In conclusione è prevista la premiazione delle migliori presentazioni dei gruppi che hanno partecipato alle masterclass.

Per maggiori informazioni visita il sito web Divulgazione Fisica del Dipartimento di Fisica UNICA

Consulta la locandina dell’evento finale qui sotto:

EDIZIONI PASSATE

Scopri l’edizione 2020 delle Women in Science cliccando qui.

Scopri l’edizione 2019 delle Women in Science cliccando qui.